mon petit cheri 

Mon petit cheri

Sweet Woman Alice



La Sweet Woman di questa settimana è una donna che come dice Lei ama sbrogliare i nodi della vista sin da ragazza. Benvenuta Alice ....

Iniziamo dai tuoi sogni di bambina, cosa volevi fare da grande?


Ho capito di voler essere una psicologa a circa 17 anni, in quarta superiore… mi sentivo un bellissimo pasticcio e dentro di me avevo intuito che in ogni persona c’è un mondo tutto da scoprire, fatto di scogliere scoscese, cascate e altopiani.


Avevo la passione di sbrogliare grovigli di nodi intricati e ad un certo punto pensai che forse si poteva fare lo stesso con le persone che soffrono.


Come e a che età hai incontrato il tuo primo profumo


l mio primo profumo fu CK one di Calvin Klein. Lo misi con una grandissima emozione perché per la prima volta mi sentii “una signorina “. Avevo circa dodici anni e tanta voglia di diventare grande.


Il mio profumo preferito oggi ha le note dei petali di rosa, mi fa sentire protetta e orgogliosa di essere parte di quel femminile autentico e antico che ogni donna porta dentro di sè.

Qualcosa di molto delicato ma che conserva intatta la sua natura selvatica


Descrivi la tua opera d’arte preferita associandola ad profumo


L’opera è “la paresse” di Vallotton. Rappresenta una ragazza nuda, che gioca con il suo gatto adagiata in un divano che mi ricorda vagamente il lettino di Freud. La associo al profumo “nota di viaggio , di Meo Fusciuni, perché porta tutto il carico di chi ha appena compiuto il suo rito di iniziazione e ha scoperto la bellezza del suo essere


Siamo quasi arrivati alla fine, come ultima ultima domanda vogliamo conoscere i tuoi progetti futuri?


Continuare la mia bellissima professione di psicologa e cercare di assistere chi incontro nello sciogliere i nodi dell’ anima


TI auguro di sbrogliare molti nodi Alice nel frattempo ti do il Benvenuto nel Club delle Sweet Woman 😍