mon petit cheri 

Sweet Woman Cristina



Allora Cristina, ti sei decisa finalmete a cedere e diventare una Sweet Woman! Ci conosciamo da tanto tempo e sono davvero felice di avere un momento dedicato a Te in questa mia piccola rubrica. Allora andiamo al sodo, come dicevo ci conosciamo da tempo e non ricordo se conosco prorio tutti i passaggi della tua storia professionale, perchè non iniziamo proprio da questo


Raccontaci un pò della tua storia professionale?


Il mio percorso professionale è ricco di varie esperienze lavorative: dall'azienda familiare di multi servizi, alla gestione di un centro estetico (di proprietà) in franchising; dalla nascita di Elena ho messo in secondo piano l'aspetto professionale.

Successivamente (nel 2000) ho intrapreso un'attività dedicata ai bambini ( ludoteca ) ma purtroppo ho dovuto abbandonare il progetto, in quanto ero in anticipo sui tempi per la tipologia di servizio.Infatti dopo il 2001 sono nate molte ludoteche sul territorio e questo comunque mi ha gratificata.

Ultimo step (attuale) assistente personale /braccio destro di un consulente finanziario, più giovane di me! Come vedi non ho una professione ben precisa (medico, avvocato ecc.) ma in sostanza una figura professionale a tutto tondo, sempre disponibile ad imparare e aperta a nuove esperienze.


Insomma una vita ricca di esperienze che confermano per me le tue grandi capacità e la tua apertura mentale. Sai ho un amico che un giorno mi ha spiegato di queste nuove figure professionali che proprio come te non hanno una connatazione specifica, medico o avvocato appunto, ma sono proprio ricercati per la molteciplità delle competenze personali crescite con la propria esperienza profesionale. Insomma eri avanti con le ludoteche e sei avanti anche adesso!


Ma veniamo agli argomenti profumati che a me piacciono tanto


Quando il primo profumo si è fatto largo nell tua vita?

Non ho il ricordo preciso del mio primo profumo, credo di aver conosciuto il mondo dei profumi quando ho conosciuto te; usavo i classici profumi "modaioli". Di sicuro non era un profumo che avesse la rosa, non mi piace.

Poi, quando sono diventata grande, ho usato Chanel nr 5, ma non d'estate. Direi che ho sempre cambiato i profumi e la costante che deve avere non è tanto l'odore, ma quello che mi trasmette: carattere, forza e quel senso di avvolgimento come un'abbraccio.


Se devo fare un nome in questo momento, direi certamente Oblio che conosco grazie a te, mi piace perchè come dicevo mi avvolge e mi sento a mio agio quando lo indosso, lo sento adatto a me e che mi rappresenta.


Comprendo benissimo cosa intendi ma scusa se salto da un'argomento all'altro e nel campo dell'arte


Qual è la tua opera d'arte preferita?



Non ho una preferenza per una sola opera d'arte, apprezzo un pò tutto. Ultimamente però mi sono incuriosita su Frida Kahlo, cerco di immaginare come potesse dipingere nella sua condizione fisica.


Pensando a lei mi viene in mente l'odore del muschio, del legno...quegli odori che senti in montagna, al mattino, mentre ti avvii per la passeggiata. Per inciso io adoro la montagna.


Quali sono i tuoi progetti futuri?


Come sai mi sono imbarcata in questa nuova avventura e precisamente creare borse e altri oggetti, utilizzando il legno e la pelle ed in futuro altri materiali. Non so dove mi porterà tutto ciò, ma ho deciso di provarci! Il desiderio primario è comunque di vivere questa bella vita che mi è stata donata nel miglior modo!


Grazie Cristina è stato molto bello sentirti raccontare un pò di te, anche da oggi sei ufficialmente una Sweet Woman.

altri posts